Homebasketcerca nel sitofotoguestbooklinkmontagnaval d'avetomondo websolidarietàyoutube

Porta Vescovo, m.2478

 
Zona geografica Val di Fodom Dislivello m.850 circa
Difficoltà E
Tempo totale  2h15'h circa, solo la salita
Traccia GPS

Data 4/8/2021

Itinerario ad Arabba, si posteggia davanti alla partenza della funivia di Porta Vescovo.

Percorso si supera la partenza della funivia seguendo lo sterrato che passa accanto; con poca salita si arriva all'ingresso nel bosco e si nota un segnavia con l'indicazione del sentiero num.698. Il sentiero passa accanto alla pista da sci e sale con pendenza regolare all'interno del bosco, fino ad uscirne e si va ad incontrare i cartelli della pista da sci, tra i quali quello con indicazione Sellaronda.
Da questo punto, ci si sposta sul lato opposto della pista da sci passando sopra al torrente, grazie ad un ponte di pietre che è il fondo della pista; tra le foglie, non subito evidente, si vede il segnavia che indica Plan de la Pila (m.1817) e la direzione per Porta Vescovo e Lago Fedaia. Si continua a risalire sempre a margine della pista fino ad arrivare ad un punto più pianeggiante, incrociando anche il bivio per il monte Pizac (m.2072) che è raggiungibile con una deviazione. Superato il bivio si sale ancora per poco arrivando al successivo impianto di risalita Cesa da Fuoch (m.2153).
Qui si segue l'ampia sterrata e dopo non molti minuti si inizia ad intravedere la parte finale della salita che coincide con l'arrivo della funizia ed il Rifugio Luigi Gorza, ma soptrattutto con un bel panorama (anche se in questa occasione non si è visto moltissimo a causa della nebbia), dal lago Fedaia al Pordoi.

Il ritorno può essere fatto lungo il percorso di andata, oppure continuare per uno dei possibili, bei, percorsi che partono da questo punto: lago e passo Fedaia, passo Pordoi, passo Padon, Ferrata delle Trincee, Viel dal Pan.


Inizio sentiero

Pista da sci

"ponte" pietroso



Ancora salita


Cesa da Fuoch


Quasi al rifugio

Lago Fedaia

Rifugio Gorza