Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Deanna Orlandini

 
Zona geografica Appennino Ligure Dislivello 300 m., 1.000 m. lunghezza della ferrata
Difficoltà EEA Tempo totale 2h30' la ferrata, 50' ritorno su sentiero

I settore

II settore

Tratto verticale

Il bivacco
  
Il ponte

IV settore

Carega do Diao

Data 25/4/2007, 24/5/2008, 23/5/2009, 10/7/2010, 10/4/2011, 6/4/2014

Percorso stradale da Genova, si prende l'autostrada uscendo al casello di Busalla e si prosegue lungo la SP 8 fino a Crocefieschi.

Itinerario dal centro del paese si segue il segnavia "quadrato giallo vuoto" che in circa 25' porta all'inizio del I settore (la ferrata viene divisa in quattro settori che possono essere percorsi indipendentemente uno dall'altro) segnalato con un cartello.
I settore: inizia con due possibilità di salita, in una il cavo ("il buco") entra in una fenditura stretta e con uscita sulla cresta mentre la seconda, distante pochi metri, permette di raggiungere la stessa cresta dopo un breve tratto leggermente verticale. Dopo avere raggiunto la cresta si scende seguendo le tracce con segnavia "bollo arancio" fino all'inizio del secondo settore.
II settore: si risale una parte prima erbosa e si prosegue sul filo di cresta, senza grandi difficoltà se non quella di prestare sempre molta attenzione; alla fine di questo tratto si raggiunge il bivacco potendo seguire il tratto verticale, più difficile, per raggiungere la cima della Biurca oppure proseguire sulla parte in leggera discesa e risalire al bivacco.
III settore: dal bivacco si segue qualche metro di sentiero, prima di iniziare un traverso di circa 150 m. ed arrivare al punto dove si trova un cavo di 15 m. che si può evitare seguendo un sottostante sentiero all'interno del bosco.
IV settore: inizia al termine del cavo ed è il penultimo tratto prima di arrivare alla Carego do Diao; questa parte è verticale ed impegnativa e può essere evitata seguendo il sentiero che passa a lato. L'ultimo tratto è corto e porta alla cima della Carega (957 m.) da dove si ha un'ampio panorama sulle valle sottostanti.

Il ritorno avviene, in circa 45', seguendo il segnale FIE "XX giallo" e poi il "quadrato giallo vuoto" fino a Crocefieschi.

Note la ferrata è varia e può essere effettuata parzialmente, potendo sceglienre di fare un settore prima di un altro senza un particolare ordine