Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Rocca Senghi

 
Zona geografica Val Varaita Dislivello 600 m.
Difficoltà EEA Tempo totale 3h' salita, 1h discesa sul sentiero

Sulla ferrata

Data 2/9/2007

Percorso stradale da Genova si segue l'autostrada in direzione di Alessandria e poi verso Torino fino all'uscita di Fossano; si prende la direzione per Costigliole Saluzzo e le successive indicazioni per la Val Varaita passando per Piasco, Sempeyre, Bellino per arrivare a Sant'Anna di Bellino dove si posteggia in un spiazzo sterrato poco prima di un ponte su un torrente.

Itinerario dal parcheggio si segue il sentiero U26 in direzione del monte Mongioia, fino a Grange Cruset dove si incontra il cartello che indica la direzione per la ferrata e si sale lungo la china erbosa fino all'attacco (60' circa). Il primo attacco che si incontra è quello della via più difficile e ripida, dove una serie di scalini metallici permettono di superare il primo tratto (120 m.) quasi sempre verticale e strapiombante; al termine di questo tratto si arriva ad una cengia che si riunisce al tratto che parte dal secondo attacco delle ferrata, che può essere usato anche come via di fuga.
Il secondo attacco si raggiunge proseguendo alcuni minuti sul sentiero.

La seconda parte è meno impegnativa e permette di arrivare in cima alla rocca attraverso le ultime piccole cengie; gli ultimi metri permettono anche di entrare in un "buco" che passa attraverso alcune rocce.

Dalla cima si può ammirare uno splendido panorama su tutta la valle sottostante, ed i resti di un bunker probabilmente abbattuto durante l'ultima guerra.

Il ritorno può essere fatto seguendo il sentiero oppure attraversando una breve, ma ripida ed attrezzata con cavi e pioli metallici, galleria all'uscita della quale si incontra un antico ricovero militare. Si torna quindi verso gli attacchi della ferrata ed il posteggio ripercorrendo il sentiero fatto all'andata.

Si tratta di una ferrata non molto lunga, ma molto verticale ed impegnativa.