Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Sacra di San Michele "Carlo Giorda"

 

Zona geografica Val di Susa

Dislivello 500 m.

Difficoltà EEA

Tempo totale 4h30' salita, 1h discesa sul sentiero

PB270894.JPG
La partenza
PB270897.JPG PB270898.JPG
Il primo tratto
Partenza dal lago delle Lame
Val di Susa
Sul sentiero verso l'Aiona
 La Sacra di San Michele

Data 15/7/2007, 7/6/2009, 14/6/2009

Partenza Sant'Ambrogio, vicino Avigliana (TO)

Percorso stradale da Genova si segue l'autostrada in direzione di Alessandria e poi verso Torino, seguendo le indicazioni per Frejus e Bardonecchia; si esce ad Avigliana Est e si prosegue verso Susa fino ad arrivare a Sant'Ambrogio dove si può posteggiare all'uscita del paese. Da questo punto si procede a piedi per alcuni minuti seguendo le indicazioni della pista ciclabile fino ad arrivare all'attacco delle ferrata, evidenziato da un pannello.

Itinerario il percorso della ferrata si divide in tre parti, lungo il versante nord del monte Pirchiariano; al termine del primo e secondo settore sono presenti vie di uscita che si collegano ad un sentiero permettendo il rientro a Sant'Ambrogio.
Il primo tratto non presenta molte difficoltà se non una leggera esposizione,dopo un breve tratto all'interno di un bosco, e permette di procedere con buon ritmo fino a raggiungere un punto erboso, dove è possibile sostare ed ammirare la val di Susa con i monti che la contornano (75' circa). Si incontra anche la prima via di uscita al punto "Pian Cestlet"
Il secondo tratto inizia con un sentiero nel bosco prima di riprendere la ferrata, e si incontra quasi subito una parte abbastanza ripida ed un tratto attrezzato con alcuni pioli; questo secondo settore arrivar fino al punto "U saut du cin" dove si incontra la seconda via di uscita (80' circa).
Il terzo tratto inizia con un percorso sul sentiero, all'interno di un bosco, e segue il contorno della montagna; si incontrano un paio di punti dove sono presenti dei pioli che aiutano la salita e si arriva ad un breve ponte tibetano prima di affrontare l'ultima parte di questo settore che sale fino all'arrivo sotto la Sacra di San Michele (75' circa).
Arrivati al termine della ferrata si segue il cartello di uscita e passando su un sentiero un pò dissestato si arriva all'ingresso della Sacra, che si può visitare con una guida. Il panorama è molto suggestivo su tutta la valle.

Il ritorno avviene seguendo l'antica mulattiera che in circa 60-70' riporta a Sant'Ambrogio.

Si tratta di una ferrata abbastanza lunga dove conviene dosare lo sforzo, specie nelle giornate più calde considerato che in buona parte è battuta dal sole; i passaggi sono agevoli e nei punti più impegnativi ci sono buoni aiuti con pioli e gradini.