Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Schuster

 
Zona geografica Val Gardena Dislivello 650 m. la ferrata
Difficoltà EEA (difficoltà MD) Tempo totale  1h45' circa

Date 30/7/2009

Itinerario la ferrata si innesta nel percorso per raggiungere il Sassopiatto e permette di attraversarne una parte molto bella all'interno del massiccio

La partenza avviene passando per il rifugio Vicenza che può essere raggiunto scendendo dal rifugio Demetz, al quale si arriva dal passo Sella lungo il sentiero o la cabinovia oppure da uno dei diversi sentieri percorsi attorno al Sassopiatto.

Dal rifugio Vicenza (m.2275) si segue l'indicazione per la ferrata e si entra all'interno di un vallone alle spalle del Sassopiatto; si seguono i tornanti su terreno non ripido ma un pò scivoloso in alcuni tratti e non é raro trovarne alcune parti innevate anche durante l'estate. In circa 45' si arriva all'attacco della ferrata a m.2560.

Il primo tratto di cavo termina subito, dopo due lunghezze, e si prosegue per roccette all'interno di canalini che offrono buoni punti per potersi appoggiare con mani e piedi; si sale gradualmente senza punti verticali sempre senza cavo addentrandosi sempre più nell'interno della montagna. Occorre fare attenzione anche a qualche punto che potrebbe essere bagnato o ancora con qualche traccia di neve; si continua fino ad incontrare un nuovo tratto attrezzato con cavo e dove si sale superando alcuni punti un pò esposti ma sempre con buoni appigli per mani e piedi. Questo tratto attrezzato termina prima dell'ultima parte che permette di raggiungere la cima del Sassopiatto (m. 2941 e circa 1h45' dall'attacco); si prosegue all'interno di un canalone, che non presenta tratti molto impegnativi, e si inizia a vedere sempre di più la vetta.

Dalla cima si raggiunge il rifugio Sassopiatto e si ritorna alla partenza lungo uno dei sentieri che vi arrivano.

E' una bella ferrata, non molto difficile e forse un pò diversa dalle classiche per la presenza di tratti non attrezzati che sono apprezzati da chi preferisce muoversi in libertà senza seguire il cavo; il tutto all'interno di un ambiente suggestivo e che da la sensazione di essere nel cuore della montagna.


Rifugio Vicenza

Il canale prima dell'attacco

L'attacco

Lungo la ferrata

Il Sassopiatto

Panorama dal Sassopiatto