Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Tridentina

 
Zona geografica Val Gardena Dislivello 650 m. la ferrata
Difficoltà EEA (difficoltà PD) Tempo totale  3h circa

Date 25/7/2009

Itinerario dal Passo Gardena in direzione di Colfosco e Corvara, dopo alcuni tornanti si incontra sulla destra che indica l'inizio della ferrata e lo spiazzo sterrato dove è possibile posteggiare.

Dal posteggio, dove parte anche il sentiero attrezzato che porta al rif.Pisciadù, si segue il cartello ed in pochi minuti si arriva all'attacco dove un primo tratto verticale si supera con una scala metallica seguita da un traverso ed un altro tratto verticale che porta al termine di questo breve primo settore. Si continua per alcuni minuti lungo il sentiero fino all'inizio del secondo settore dove é presente la targa con il nome della ferrata; ci si immette all'interno di un bel canalone ben attrezzato con alcuni pioli e si passa vicino ad un salto d'acqua. La ferrata prosegue salendo in diagonale ed in questo tratto non sono presenti difficoltà; si arriva ad uno spigolo leggermente esposto dove si "gira" intorno alla roccia; superato questo punto si prosegue su buona e non difficile roccia fino ad incontrare il sentiero che permette di raggiungere il rif.Pisciadù o di proseguire per l'ultima parte della ferrata dove si entra in un vallone e si inizia a vedere il rifugio. Scegliendo di proseguire la ferrata, questa parte finale si presenta subito più ripida e leggermente più impegnativa dei tratti precedenti ma sono sempre presenti buoni punti di roccia e pioli che aiutano nel procedere. Si supera uno stretto camino, anche con l'aiuto di pioli, e dopo un altro tratto ripido si arriva ad una scala metallica che permette di raggiungere la parte che precede il ponte che si trova al di sopra di una spettacolare gola; dopo il ponte é presente l'ultimo brevissimo tratto prima di giungere al sentiero che porta al rif.Pisciadù (m.2587).

E' una bella ferrata, non molto difficile, all'interno di un territorio molto suggestivo che merita di essere percorsa e di ammirare il territorio che la circonda.