Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

monte Alpesisa (m.983)

 
Zona geografica Appennino Ligure
Dislivello 800 m. circa
Difficoltà E
Tempo totale 4h30' ("rombo rosso" e "+ rosso")

Data 4/6/2011, 11/12/2011, 23/6/2013, 24/4/2016

Partenza all'Alpesisa si può arrivare partendo da diversi punti, quello descritto inizia da San Cosimo di Struppa che si trova nella zone di Prato, seguendo il lato destro del fiume Bisagno in direzione dei primi paesi fuori dal centro (Davagna, Bargagli che è più distante), salendo per via Trossarelli.

Itinerario l'escursione descritta inizia seguendo la strada asfaltata che porta a San Cosimo di Struppa; si notano due segnavia di colore rosso: un cerchio con una linea nel mezzo ed un "+" (o croce). All'altezza di un cartello che indica salita inferiore di San Cosimo di Struppa (m.170) sale una creuza che attraversa alcune case; si incrocia la strada asfaltata in alcuni punti fino ad un bivio (circa 35') che sulla destra segue il segnavia "due rombi rossi" ed è quello che si va a seguire. Sulla sinistra è riportato il segnavia "+ rosso" che sarà seguito al ritorno. Ancora si passa vicino ad alcune case per circa 10' fino ad successivo bivio dove a destra il sentiero scende seguendo il segnavia "cerchio rosso barrato", mentre a sinistra (in questo punto fare attenzione perché i segnali non sono bene evidenti) si segue il sentiero con segnavia "rombo rosso pieno" come in questa occasione; dopo un breve tratto in piano, il sentiero si fa leggermente ripido arrivando fino ad un crinale. Si continua fino ad un pianoro (40' circa) sopra al quale si trova la cima dell'Alpesisa; tenersi sulla destra seguendo il crinale e successivamente si passa sul fianco del monte risalendo fino alla cima (m.983, 50'). Il panorama è ampio e si vede bene la città fino a tutto l'orizzonte sul mare.
Il ritorno può essere fatto ripetendo il percorso dell'andata, oppure scendendo in direzione NO (si notano alcuni bolli rossi) per incrociare, dopo circa 10', il segnale dell'Alta Via Monti Liguri ed il sentiero segnato con un "+ giallo"; dall'incrocio si svolta verso sinistra e dopo altri circa 15' il sentiero si divide in prossimità di un cancello in legno. A destra continua il tratto di AVML (da tralasciare) mentre a sinistra si segue il segnavia con l'indicazione "+ rosso"; questo tratto alterna parti su terra ed alcune su cemento; in poco meno di un'ora si raggiunge il primo bivio incontrato salendo e in poco meno di 20' si arriva alla partenza.
Altra possibilità di escursione è seguire il segnavia "cerchio rosso barrato" che permette di arrivare al paese, semi disabitato, di Canate; dal bivio sopra descritto si continua per la deviazione di destra dove, inizialmente, si perde leggermente quota per poi seguire il pendio in costa attraversando un bosco, e pessando per il punto denominato "Case Tigui", fino al paese di Canate; qui si incontra il segnale dell'AVML lungo la direzione di Colle Est del monte Lago e si risalgono alcune ripide fasce fino al colle (m.847) dove, girando sulla sinistra, si segue il crinale puntando decisamente verso l'Alpesisa della quale si inizia si può iniziare a vedere la croce. Prima della vetta si perde ancora leggermente quota per quind affrontare un ultimo tratto ripida che permette di arrivare alla vetta, riconoscibile per una croce; il ritorno può essere effettuato lungo il sentiero con "rombo rosso pieno" che si incontra scendendo lungo il versante opposto a quello di salita.
E' un'escursione non lunga che può essere fatta in mezza giornata e con la possibilità di vedere la città da un'altra angolazione.

PB270894.JPG
Poco dopo la partenza
PB270894.JPG PB270894.JPG
Genova dall'alto
PB270894.JPG
Sul crinale
PB270894.JPG
Alpesisa sullo sfondo
PB270894.JPG PB270894.JPG
Sull'Alpesisa
PB270894.JPG
Un tratto del ritorno
PB270894.JPG
Canate
PB270894.JPG
Canate dall'alto
PB270894.JPG
Il crinale prima della vetta