Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Monte Beigua (1286 m.) e Grosso (1265 m.)

 

 Zona geografica Appennini Liguri

 Dislivello 881 m.

 Difficoltà E

 Tempo complessivo 5h


Inizio del sentiero

L'area pic nic

Alpicella


Monte Grosso

Data 28/11/2009, 2/6/2010, 16/10/2016

Percorso stradale da Genova fino all'uscita dell'autostrada di Varazze, da qui si seguono le indicazioni per Sassello e dopo pochi chilometri l'indicazione per Alpicella dove si può posteggiare nella piazza centrale

Itinerario dal posteggio (m.405) si nota il cartello con l'indicazione per il monte Beigua, si prosegue per alcuni metri sulla strada asfaltata e si arriva al cartello che indica l'inizio del sentiero (segnavia "triangolo rosso vuoto" che accompagnerà fino alla cima del Beigua). Si inizia a seguire il sentiero e, da subito, occorre bisogna prestare un pò di attenzione ai bivii dove il segnavia, presente in numero abbondante su pietre e alberi ma ad altezza solitamente inferiore al metro, può essere nascosto dalle foglie. Dopo non molto dall'inizio si raggiunge una piccola costruzione che racchiude una statua della Madonna; si prosegue, gradualmente, all'interno di un bosco fino a raggiungere un piccolo prato dove si nota una costruzione diroccata e poco dopo si passa sotto ad alcuni costoni rocciosi, arrivando ad una radura più ampia che introduce ad un breve passaggio tra alcuni alberi (1h15' circa). Subito dopo si arriva ad un punto dove si vede sia la cima del Beigua sia il mare della riviera di ponente; da qui si prosegue lungo l'ampio crinale per arrivare ad una nuova ampia radura dove si incontra una carrereccia (30') che si segue per alcuni metri deviando a sinistra e passando accanto ad un recinto. Qui si trova un incrocio: a sinistra il percorso che porta ad incrociare la strada ed un cartello dell'AVML, che si segue in salita fino a vedere sulla sinistra l'indicazione per tornare sul sentiero ed al vicino punto attrezzato pic-nic dal quale in pochi minuti si arriva al cartello di vetta del Beigua. A destra, invece, si può seguire il sentiero Napoleonico che porta allo stesso punto per continuare sul sentiero che porta al posto attrezzato per pic-nic: prestare attenzione ad un bivio dove occorre prendere verso sinistra.
Proseguendo dall'area attrezzata si segue il sentiero che passa accanto e si raggiunge un punto dove sono presenti alcuni segnavia; si percorre lungo l'indicazione per Santa Giustina per alcuni minuti lasciando il sentiero per seguire il segnavia "tre bolli azzurri" che in circa 20' porta al monte Grosso (m.1265) riconoscibile per una statua della Madonna ed un'altra più piccola che è protetta da un vetro. E' presente il libro di vetta all'interno di una "custodia" metallica scavata nella roccia; tutto questo è stato realizzato e viene mantenuta dalla SELC (Società Escursionisti Liberi Camminatori) di Sestri Ponente.

Il ritorno avviene per lo stesso percorso effettuato all'andata. L'escursione non risulta impegnativa e può essere effettuata in qualunque periodo dell'anno; durante i mesi invernali possono esserci problemi nell'individuare i segnavia se fosse presente neve.