Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Bric Costa Rossa (2404 m.)

 
Zona geografica Alpi Liguri Dislivello 1200 circa
Difficoltà E Tempo totale 6h circa, 3h30-4h in salita

Data 24/10/2007

Percorso stradale in autostrada fino a Mondovì, si prosegue seguendo le indicazioni per Cuneo e successivamente per Limone Piemonte fino ad arrivare a Vernante. Superato Vernante, e poco prima di arrivare a Limone Piemonte, si incontra sulla sinistra l'indicazione per San Bernardo dove si imbocca una strada non larga e si costeggia il campo da golf. Si passa sotto ad un ponte della ferrovia e si continua fino ad incontrare, sulla destra, un piccolo ponte che si supera fino a giungere all'inizio di uno sterrato fino ad alcuni casolari dove si posteggia.

Itinerario dal posteggio si nota su un muro l'indicazione del sentiero L10 e l'inizio del sentiero (1120 m.) che porta all'interno di un bosco; si cammina all'interno del bosco fino ad incontrare alcune case (30' circa) abbondonate che si superano per incontrare una palina che indica il percorso per Costa Rossa. Dopo l'indicazione si segue il sentiero, con alcuni segnali gialli, che sale lungo alcuni tornantini e passando vicino ad un'altra costruzione diroccata, fino ad uno slargo dove si può individuare un ometto. In questo punto il sentiero diventa meno marcato, ma continuando a mantenersi sul crinale senza seguire il percorso all'interno di un altro bosco si sale in direzione di Cima Pittè (2175 m., circa 2h'30 dalla partenza). La parte lungo il crinale non è eccessivamente ripida però sale in modo sempre costante; arrivati a Cima Pittè si prosegue lungo il sentiero per arrivare in circa 15' alla vicina Cima Motta (2285 m.) e si può notare il percorso L8 che proviene dal passo di Cerasola. La salita è quasi terminata, occorre solamente affrontare l'ultima parte dove si passa in mezzo ad alcune pietre prima di arrivare a Bric Costa Rossa (2404 m.) dove si trova una stele raffigurante la Madonna. Dalla cima si ha uno spettacolare panorama a 360 gradi sulle valli Pesio, Colla e Vermegnana, che ripaga della lunga salita fatta.
Il ritorno avviene lungo lo stesso percorso dell'andata; non sono presenti fonti d'acqua lungo il sentiero.