Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Mongioie (m. 2610)

Zona geografica Val Tanaro Dislivello 1400 m.
Difficoltà EE Tempo totale 6.30 ore (4h circa la salita)

Data 7/5/2011

Percorso stradale da Genova si segue l'autostrada SV-TO fino all'uscita di Ceva, dove si seguono le indicazioni per Garessio e Ormea, proseguendo fino a Viozene dove si posteggia vicino alla Chiesa

Itinerario dal posteggio (m.1250) si nota il cartello con l'indicazione che porta al rif.Mongioie (m.1555) che si raggiunge in circa 45' lungo un buon sentiero (denominato "sentiero natura"), Al rifugio si può fare una breve sosta per ammirare la grande bastionata verso la quale si proseguirà l'escursione; il Mongioie può essere raggiunto con diversi itinerai, quello descritto passa per la Gola della Scaglie che in questa occasione si presenta ancora innevata, Non esiste un vero sentiero per arrivare all'inizio della Gola ma si può procedere a vista in quanto l'inizio del canale è sempre bene a portata d'occhio; a circa quota 2100 si comincia a percorrere il canale che ha una pendenza abbastanza regolare (sui 30*) e si arriva al termine a quota 2400 circa. Dalla sella, con notevole panorama, si continua tenendo a desta (est) la sovrastante Rocca del Garbo senza raggiungerne la cima; si passa lungo un traverso fino ad incontrare, sempre sulla destra, l'insellatura che porta sul crinale di arrivo al Mongioie. Giunti sull'insellatura (fare attenzione a cornici) si prosegue fino ad arrivare alla cresta finale che porta fino alla Croce (che diventa visivile solo all'ultimo) di Vetta (m.2610). Dalla cima si nota l'imponente Marguareis ed il vasto panorama che circonda il Mongioie; il ritorno può avvenire lungo l'itinerario di salita, come in questa occasione, oppure compiere un anello scendendo lungo il Bocchin dell'Aseo e ritornando al rifugio.


Rifugio Mongioie

Gola delle Scaglie

(*)

Colle delle Scaglie (*)

Traverso (*)

La cima ancora lontana (*)

(*)

La cima (*)
(*) foto di Enrico C.