Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Pizzo d'Uccello (1781 m.)

 
Zona geografica Apuane Dislivello 630 m. circa, da rif.Donegani
Difficoltà EE Tempo totale 5 ore, 2h circa di salita
P6181992.JPG
Partenza dalla cava
P6181997.JPG
Foce di Giovo
P6181998.JPG
Vinca
P6181999.JPG P6182001.JPG
P6182002.JPG P6182003.JPG P6182004.JPG
Il Pizzo
P6182007.JPG
Al Giovetto
P6182009.JPG
P6182012.JPG
P6182016.JPG
Sullo sfondo Palmaria
P6182018.JPG P6182019.JPG
Quasi in vetta
P6182020.JPG
P6182022.JPG P6182025.JPG P6182027.JPG
In vetta (1781 m.)
P6182028.JPG P6182029.JPG
P6182033.JPG
La discesa
P6182038.JPG P6182042.JPG P6182043.JPG P6182044.JPG
P6182046.JPG P6182049.JPG P6182050.JPG P6182052.JPG
Parete Nord
P6182053.JPG
P6182054.JPG
Maggiociondolo
P6182055.JPG

Data 18/6/2006

Percorso stradale uscita dell'autostrada ad Aulla, si prosegue seguendo le indicazioni per Casola in Lunigiana e poi Minucciano per un totale di circa 40 km arrivando al rifugio Donegani.

Itinerario dal posteggio si prenda la strada che attraversa la cava, si passa la sbarra e si prosegue per alcuni minuti fino all'indicazione, su un enorme masso, per Foce di Giovo. Si attraversa un bosco di faggi per arrivare a Foce di Giovo (1500 m.) dove si diramano diversi sentieri tra la Val Serenaia e la Valle di Vinca ed è visibile il paese di Vinca; quindi si prosegue per arrivare al Giovetto (1497 m.) dove inizia l'ultima parte di salita verso il Pizzo. Durante la salita occorre prestare attenzione in quanto alcuni passaggi sono tra strette rocce e alcuni tratti sono leggermente ripidi; prima della vetta del Pizzo (1781 m.) si supera un breve canale un pò esposto.

Il ritorno può avvenire lungo il percorso dell'andata, oppure arrivati al Giovetto si può seguire il sentiero 187 verso Foce Siggioli; questo sentiero è nella prima parte all'interno del bosco e permette di vedere la parete nord del Pizzo e parte della vicina ferrata; proseguendo si incontrano alcuni punti dove occorre fare molta attenzione, sono presenti anche tratti attrezzati con cavi, per affrontare le parti più ripide, ed alcuni passaggi leggermente esposti. Dopo poco più di due ore si ritorna al rifugio Donegani.