Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Monte Suphan (m.4058)

Data 20 e 21/8/2013

Da Van si parte verso mezzogiorno dall'albergo raggiungendo il punto dove il giorno successivo partiremo per la cima del monte Suphan; dopo la sosta in un paesino, dove il cuoco ha fatto provviste per il pranzo e la cena, ed un rituale the, si costeggia parte del lago di Van facendo sosta sulla riva per pranzo, anzi più merenda vista l'ora. Il cuoco è sempre attivo e prepara molte cose, che non sempre riusciamo a mangiare completamente.
Si riparte incontrando prima un piccolo gruppo di case, ed arrivando a quota m.2500 circa dove si montano le tende per dormire più quella della cucina; la cena viene fatta poco prima delle 19 e la sveglia il giorno dopo sarà all'1.00; mentre il cuoco prepara la cena, facciamo un breve giro sulla collina che è sopra al campo e vediamo parte del percorso del giorno successivo.
Il secondo giorno sveglia all'ora stabilita e partenza alle 2.00: risaliamo la collina fatta il giorno precedente, non ripida, e procediamo lungo un pendio che in alcuni punti è leggermente sabbioso ma senza diventare mai molto ripido. In questo momento le frontali sono indispensabili; terminato il pendio erboso e sabbioso, si incontra una parte più pietrosa e se ne risalgono i tornanti fino a raggiungere un costone che precede un largo pianoro. Si nota un nuovo pendio pietroso da risalire, sul quale però si riesce a camminare abbastanza bene; superato questo tratto si inizia a vedere la cima del Suphan, ma prima si deve superare un altro tratto pietroso che permette di arrivare alla base della vetta che si raggiunge, a questo punto, in pochi minuti (6h dalla partenza).
Il Suphan è un vulcano non più attivo e si incontrano molte pietre, anche grandi, che hanno questa origine; la vista dalla cima è grande e spazia per decine di chilometri.
Dopo una sosta, si torna al campo effettuando un percorso diverso rispetto all'andata: arrivati alla base dell'ultimo pendio pietroso, si prende un largo costone e si scende rapidamente per pendii più sabbiosi ma con meno percorrenza rispetto all'andata; è stato positivo perché nell'ultima ora circa di discesa è piovuto.
Arrivati al campo ancora un pò di pioggia ha rallentato la fase di smontaggio delle tende, quindi siamo ripartiti con il pullmino alla volta di Dogubayazit dove passeremo la notte in albergo.


Passaggio in paese


Sosta sul lago Van

Lunghi rettilinei

Tramonto al campo

Cena pronta

Luci del mattino

Il pianoro

Salita, quasi, terminata

Verso la cima

Cima del Suphan


Panorama dalla cima

Difficoltà EE / F

Dislivello m.1500

Tempo di salita 6h

Home Turchia