Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Glacier (m. 3185)

 

Data 22/9/2013

Percorso stradale dall'uscita autostradale di Point St.Martin in direzione di Bard seguendo, dopo, la strada verso la Valle di Champocher fino a raggiungere la località di Dondena dopo la quale la strada sale su una serie di tornanti prima asfaltati poi sterrati fino al punto dove è possibile posteggiare in corrispondenza di una curva e di un pannello con informazioni sulla zona ed i sentieri.

Itinerario dal posteggio (m.2100) si scende leggermente e si supera un ponte, quindi si tralascia la sterrata che sale verso sinistra in direzione di alcune costruzioni e del rifugio Dondena, per passare più vicino al torrente Ayasse, entrando nell'ampio vallone. Si prosegue con pendenza regolare fino a raggiungere un altro ponte che si attraversa, Dopo un tratto più pianeggiante si risale un pendio con maggiore pendenza, proseguendo ancora lungo il sentiero 8C; si può intanto ammirare il panorama verso l'ampio vallone, con il lago di Miserin, e le montagne che lo circondano, come il monte Rascias. Ancora un tratto non ripido permette di arrivare in una zona più pietrosa dove si trova il lago Gelato (m.2840): si continua passandovi poco distante e con il sentiero che sale un pò più ripido; ancora una serie di brevi tornanti, tra le pietre, permettono di arrivare alla cresta finale, dove il panorama si apre potendo notare i sottostanti laghi del Glacier e più lontani, il Cervino e il Rosa.

Il ritorno avviene sul percorso effettuato all'andata. E' un'escursione senza particolare difficoltà tecniche che presenta un buon dislivello, e dove occorre fare attenzione nella parte finale dove si passa in mezzo ad un tratto pietroso che, specie in condizioni di bagnato, può risultare meno agevole. Il Glacier è la vetta più alta del Parco del monte Avic.

Zona geografica Parco Monte Avic
Dislivello 1085 m.
Difficoltà EE Tempo totale 6.30 h

Verso il rif.Dondena

L'ampio vallone



Lago Gelato

Verso il tratto finale

Laghi del Glacier



Verso la cresta