Homebasketcercafotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb e pcsolidarietàyoutube

Copia (backup), non solo di documenti e foto

Le copie dei dati hanno sempre una grande importanza, perché mettono al riparo da eventuali malfunzionamenti del sistema operativo o del disco fisso; è bene effettuare periodicamente la copia dei dati, alternando i supporti utilizzati. La disponibilità di dischi esterni di grandi dimensioni, permette di eseguire al meglio questa operazione.

Oltre alla copia delle cartelle dove sono memorizzati i documenti personali (lettere, immagini, database, ecc...) è bene fare la copia di alcuni elementi del pc non sempre facilmente accessibili, ad esempio da "Risorse del computer", in quanto memorizzati all'interno di files di sistema. Per questi dati si possono però eseguire delle procedure per effettuarne una copia.

Per il registro di Windows si può fare riferimento a quanto indicato nella specifica pagina.


Copia della rubrica di Posta Elettornica

Diversi sono i programmi di Posta Elettronica che si possono utilizzare; nelle ultime versioni di Windows viene proposto Live Mail che sostituisce Outlook Express che era installato sulle versioni fino ad XP; programmi free di posta sono, tra gli altri, Mozilla Thunderbird ed Eudora.
Ogni programma di postai permette di "esportare" la rubrica in diversi formati: ldf, wab, csv sono i più ricorrenti; se non esiste la necessità di trasferire la rubrica ad un altro programma di posta è possibile salvare i dati in qualsiasi formato.
Se, invece, si desidera passare i dati della rubrica tra due diversi programmi occorre verificare quale sia il formato in comune tra i due; molto utilizzato è il formato .ldf.
L'operazione di ripristino della rubrica è quella di "importazione".


Copia delle e-mail

Un pò più complesso può risultare fare una copia delle e-mail, in quanto sono memorizzate all'interno di files che non permettono di vedere immediatamente l'elenco delle mail all'interno delle cartelle "arrivo", "partenza", ecc...E' possibile salvare una mail alla volta, dopo averla aperta ma si tratta di un'operazione lunga e onerosa in termini di tempo; si possono utilizzare alcuni programmi, anche free, che leggono le mail e le copiano all'interno della cartella indicata dall'utente.

Con Mozilla Thunderbird si può procedere, velocemente, in questo modo:
- si seleziona la cartella della posta in arrivo
- con il "tasto destro" si posiziona il mouse alla riga "prpprietà" per identifcare la cartella nella quale sono memorizzate le e-mail
- si apre la cartella con "Risorse del computer" e si effettua un copia-incolla del contenuto all'interno della propria cartella di copia
- per ripristinare la copia, si effettua l'operazione contraria copiando i files dalla cartella della copia a quella che Thunderbird utilizza per memorizzare le e-mail

Con Live Mail si può procedere ad esportare le e-mail nella cartella desiderata, utilizzando la funzione "Esporta posta elettronica" del menu File; si può scegliere di esportare i messaggi di posta oppure gli account. I messaggi di posta vanno salvati in una cartella vuota; mentre per ripristinarli dalla copia, si effettua l'operazione contraria con il menu "Importa".


Copia dei "preferiti"

Altro dato importante del quale fare una copia, sono i siti preferiti; l'operazione di copia differisce leggermente a seconda del browser utilizzato. In linea generale, anche per questo tipo di dati è presente una funzione di "esportazione" che permette di salvare l'elenco dei preferiti in formato, solitamente, html.

Il ripristino avviene effetuando, invece, l'importazione del file precedentemente salvato.

Con Mozilla Firefox, la copia viene effettuata partendo dal menu "Segnalibri" ed aprendo la voce "Visualizza tutti i segnalibri"; dalla finestra che si apre, selezionare la voce "Importa e salva".

Con Explorer o Edge, si accede dal menu "File" alla funzione "Importa ed esporta"

In Chrome si accede al menu delle impostazioni cliccando sull'icona rappresentata da una chiave inglese; si sceglie la voce "Preferiti" dove si trova la successiva voce "Importa preferiti e impostazioni" che permette di importare l'elenco dei preferiti da un file oppure da un altro browser.

Con "Opera" si parte dal menu "File" per accedere alla voce "Importa ed esporta" che permette di utilizzare diverse funzioni per importare ed esportare l'elenco dei preferiti ed anche gli account di posta. Alle stesse funzioni si accede dal menu "Segnalibri" dove alla voce "File" sono riportate le funzioni di importazione ed esportazione.

Altra possibilità di avere sempre con se i "preferiti" è attraverso la funzione di sincronizzazione dei browser; i browser, quasi tutti, permettono di sincronizzare i dati tra i vari dispositivi: in questo modo si ha sempre aggiornato l'elenco dei preferiti senza dovere ricorrere a funzioni di esportazione ed importazione. Sia su pc o smartphone o qualsiasi altro dispositivo, è possibile attivare la sincronizzazione effettuando una semplice registrazione sul browser utilizzato; ovviamente il browser deve essere lo stesso su ogni dispositivo.


Copia di Windows

E' possibile effettuare la copia di tutto il disco "C" sul quale, normalmente, si trova Windows e si trovano i programmi installati; per questa operazione non è sufficiente effettuare una copia dal disco C ad un altro supporto ma occorre "salvare" i dati in modo opportuno utilizzando programmi esterni.

Windows permette di crare un "disco di ripristino" ma questa operazione copia solamente alcune parti del sistema operativo, necessarie per poterlo riavviare in caso di malfunzionamento o danneggiamento della sua struttura. Il "disco di ripristino" è sempre consigliato in quanto permette di ripartire dall'ultima configurazione salvata, nel caso sia necessario farlo a seguito di problemi che hanno danneggiato il disco o rovinato da software.

Un buon modo per creare una copia esatta del disco "C" può essere con programma che creano un'"immagine" del disco e dalla quale si può ripristinare tutto il disco "C", senza dovere reinstallare tutti i programmi. Uno di questi programmi è XML DriveImage, ma ne esistono diversi; per questo tipo di operazione occorre seguire, con attenzione, tutti i passaggi previsti; questa pagina descrive bene come si può operare. Esistono tante modalità e programmi per effetuare questa possibilità di copia, ed alcuni anche gratuiti.


Altre copie

Altri documenti che possono essere oggetto di backup sono quelli memorizzati in cloud, dove i dati sono fisicamente su un supporto ma in qualche parte del mondo.
Per i files memorizzati in Google Drive è possibile copiare in locale i dati del proprio account Google utilizzando Google Takeout.
Il funzionamento avviene all'interno del proprio account Google; dopo l'accesso al proprio account viene mostato l'elenco dei dati che si stanno utilizzando in Google e con la possibilità di selezionare quelli che si desiderano salvare.
Dopo avere selezionato i dati da copiare è sufficiente procedere con il comando e scegliere come ricevere i dati sul proprio pc.
Il tempo della copia varia a seconda dei dati selezionati e dalla loro dimensione totale; l'elaborazione prosegue ed al termine viene inviata una mail con il link da utilizzare per scaricare la copia sul proprio pc; esiste anche la possibilità di salvare la copia su altri cloud come Dropbox, One Drive ed altri.


Supporti sui quali effettuare le copie dei dati

Sia in ambito domestico sia lavorativo, fare il backup dei dati è estremamente importante per evitare di perdere giorni o settimane di lavoro, foto di viaggi, ecc...

Il backup non va fatto su un solo supporto o dispositivo, ma conviene utilizzarne almeno due da alternare; a seconda della dimensione del disco utilizzato si andrà a prendere un supporto adeguato di maggiore capacità (es. con disco da 500GB conviene usare un supporto da almeno 750GB), perché capita spesso di cancellare files o cartelle che invece potrebbero restare nel supporto o dispositivo di copia.

Come supporti conviene utilizzare i dischi esterni, normalmente collegati con cavo USB o HDMI; per questo tipo di backup è sufficiente il normale "copia-incolla" ed attendere tutto il tempo che servirà; esistono anche programmi che possono velocizzare le copie saltando i files che sono uguali come dimensione e data di ultimo aggiornamento: possono essere utili se si hanno molti GB da copiare.
Personalmente eviterei di usare le "chiavette" o pendrive USB che sono, in effetti, comode ma anche meno sicure di un disco; sono invece utili per spostare molti dati tra pc o per un utilizzo quando si fanno presentazioni, o attività simili.

Altra possibilità è il cloud che sempre più ha funzioni che vanno anche oltre la semplice copia; si trovano siti che permettono di copiare, gratuitamente, da pochi GB (2 o 5) fino a 50: Dropbox, Google Drive, ICloud, Onedrive ed altri. L'evoluzione è veloce così come lo spazio concesso per le copie; a pagamento è possibile incrementare lo spazio a disposizione, ma dipende dal tipo di utilizzo che si desidera fare dei dati.

Il vantaggio del cloud è di avere i dati disponibili su tutti i dispositivi che si utilizzano, oltre ad essere sicuri che ben difficilmente andranno persi per un guasto del disco fisico esterno.

Quale sia la necessità o circostanza per le quali è necessario fare il backup dei propri documenti, si tratta sempre di un'operazione che deve essere fatta; non è possibile fidarsi che il proprio disco sia indistruttibile, anche se gli SSD offrono più garanzie in questo senso, ma anche una cancellazione maldestra od un errore di qualsiasi software utilizzato possono fare perdere molti files che non sempre è possibile ripristinare.
E, come è evidente, avere più copie aumenta la certezza di avere sempre disponibili i propri dati, documenti, foto, ecc... Può sembrare un'operazione noiosa o che si può fare "domani" ma meglio evitare questi due pensieri ed avere la sicurezza di non rimpiangere la pigrizia o pensare che non accadrà nulla.


Tweet