Homebasketcercachatfotoguestbooklinkmontagnaval d'avetoweb

Notizie su Santo Stefano d'Aveto

La Val d'Aveto Link e webcam Le gite I rifugi Miniolimpiadi Manifestazioni
Oltre la valle Compleanni Mailing list Eventi e Serate Archivio Guestbook

In Val d'Aveto sono presenti diversi rifugi e bivacchi, vicini ai sentieri ed alle zone più frequentate dagli escursionisti e che possono diventare meta durante una lunga escursione.

E' bene ricordare che ogni rifugio o bivacco va rispettato ed alla partenza lasciato nelle migliori condizioni di pulizia e ordine, anche portando a valle i propri rifiuti.

Il rifugio è una struttura in legno o in muratura, e si può suddividere tra rifugio custodito e rifugio non custodito; i rifugi custoditi sono aperti, in genere, da fine primavera ad inizio autunno, mentre per quelli non custoditi occorre richiedere le chiavi presso le sezioni CAI o gli enti che li gestiscono.

Il bivacco è una struttura più semplice ed in genere situato in località non sempre facilmente raggiungibili ed ha pareti, solitamente, in lamiera; si trovano delle cuccette ma non sempre fornelli o generi alimentari.

In quasi tutti i rifugi o bivacchi si trova il "libro del rifugio" dove è possibile lasciare un messaggio ed il proprio nome; anche per il "libro" è buona norma attenersi alla buona educazione evitando frasi di cattivo gusto o offensive, slogan politici.

Bivacco Sacchi Astass Prato della Cipolla
Vecchia Dogana --- Monte Bue
Monte Aiona Monte Penna Monte degli Abeti
Cabanne (Altavia) --- Ventarola
(fonte alcune notizie www.rifugi-bivacchi.com)

Se hai informazioni o foto di questi ed altri rifugi o bivacchi della Val d'Aveto, scrivimi; grazie.