Homebasketcerca nel sitofotoguestbooklinkmontagnaval d'avetomondo websolidarietàyoutube

Monte Fasce (m.845)

 

 Zona geografica Appennino Ligure

 Dislivello 845 m. da Quinto, 900 m. dai Laghetti di Nervi

 Difficoltà E da Quinto, E / EE dai Laghetti di Nervi

 Tempo complessivo 4h30' da Quinto, 5h30' dai Laghetti di Nervi

Traccia GPS da Quinto

Traccia dai Laghetti di Nervi

Traccia dal monte Cordona

Data 25/9/2011, 7/1/2012, 18/3/2012, 23/3/2013, 28/1/2017, 24/5/2020, 7/3/2021, 21/3/2021

Percorso stradale fino alla stazione FS di Genova Quinto, oppure corso Europa all'altezza del Cimitero di Quinto

Itinerario, da Genova Quinto dalla stazione si percorre via Antica Romana di Quinto fino in piazza Frasinetti: si supera la Chiesa per imboccare il sottopasso che porta davanti al Cimitero di Quinto. Da questo punto si nota il segnavia "T rossa rovesciata": superato il Cimitero, inizia il sentiero senza troppa pendenza che porta alle batterie di monte Moro, ancora visitabili, con attenzione; si superano le batterie e si incontra un tratto di strada sterrato sopra al quale si nota il segnavia del sentiero; si costeggia un breve tratto che passa sopra ad altre batterie fino ad una caratteristica Chiesa. Dopo la Chiesa si segue un panoramico crinale che in alcuni punti è leggermente più ripido; poco prima della cima si supera un prato e si arriva sotto le antenne, oltre le quali si trova una Croce che indica la cima raggiunta.

Il rientro può avvenire in diversi modi:

E' un percorso che può essere effetuato durante tutto l'anno; nei periodi più caldi conviene scegliere orari nelle prime ore del mattino.

Un altro percorso si sviluppa dai Laghetti di Nervi e permette di risalire il vallone che si trova tra i monti Fasce e Cordona.
Poco prima dei Laghetti si incontra un ponte dove sono presenti due segnavia: bollo rosso e linea gialla; si passa sulla riva destra del torrente seguendo il "bollo rosso".
Si cammina poco sopra la riva destra del torrente per alcuni minuti, fino ad un punto dove si scende accanto al torrente; sulla destra del torrente si risale entrando nel piccolo sentiero all'interno del bosco. Si cammina restando poco sopra ad un altro ruscello che forma diversi laghetti e piccole cascate; il ruscello poi viene guadato grazie ad un piccolo e bel ponte, uscendo dal bosco. Il sentiero è molto piacevole e sale con pendenza regolare e non ripida, permettendo una bella vista sulla zona dei laghetti appena superata; questa prima parte del percorso alterna brevi salite con tratti più pianeggianti.
La seconda parte del sentiero risale un bel crinale con alcuni punti più ripidi dove occorre più attenzione, in particolare se il terreno fosse umido o bagnato. Si prosegue sempre lungo il segnavia "bollo rosso" (la tracciatura del sentiero è ottima); superata questa parte centrale del percorso si torna in un tratto pianeggiante e si passa accanto ad una casa diroccata; superata la casa si sale brevemente fino ad incontrare la scritta "Orsiggia" che precede di poco l'arrivo in un spazio prativo poco sopra ad alcune case diroccate.
Si prosegue, svoltando a destra, in un tratto più pianeggiante che si sviluppa a mezza costa e dal quale si può vedere la parte di salita fatta ed il panorama sul mare; al termine di questo tratto si incrocia il sentiero che sale da Quinto (segnavia "T rossa rovesciata") a quota m.610.
Da questo punto si segue il sentiero fino alla cima del monte Fasce.
L'itinerario è molto vario ed attraversa diverse tipologie di terreno e ambienti.


La Chiesa

Tratto di crinale

Panorama su Genova

La Croce sulla cima
Monte Fasce
Salendo dai Laghetti
Monte Fasce Monte Fasce Monte Fasce
Nel vallone
Monte Fasce
Crinale verso il Fasce
Monte Fasce Monte Fasce Monte Fasce